Questo sito utilizza cookie anche di terzi per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui. Se accedi invece a un qualunque elemento sottostante questo banner o premi acconsenti all'uso del cookie.
Foto del giorno

A volte si legge per farsi sorprendere, a volte per cercare quelle risposte che la realtà sembra non avere. E intanto si...

Foto del giorno

Leggi di più →

Progetto: "Una pagina dopo l'altra" per la festa del libro e della lettura #BCM18


  • Libreria Zivago

    Libreria Zivago

  • Libreria Zivago

    Libreria Zivago

  • Libreria Zivago

    Libreria Zivago

"Il verbo leggere non sopporta l'imperativo, avversione che condivide con alcuni altri verbi: il verbo amare... il verbo sognare"... Naturalmente si può sempre provare. "Dai, amami!", "Sogna!", "Leggi!", "Sali in camera tua e leggi!" [da "Come un romanzo" (1982) di Daniel Pennac]

Niente. Non funziona.

Forse la strategia deve essere un'altra.

Forse il piacere di leggere condiviso in modo gratuito, senza pretese di ritorni e controricevute, è tutto ciò che deve essere.

Movimentate (letteralmente) riflessioni con voce e corpi creativi alla Libreria Zivago per la festa del libro e della lettura per Bookcity Milano 2018, spizzicando "Una pagina dopo l'altra" da Come un romanzo di Daniel Pennac. E dal giallo piaciuto il mese scorso. Oppure no, meglio da quel thriller sullo scaffale che ha una copertina strana. Ignorando quello che per noia abbiamo interrotto a metà e soprattutto lasciando che il corpo dica la sua.

Condividere fino in fondo, o non condividere affatto, sarà una scelta individuale.

Zitti, mossi, seduti in osteria, intenti a curiosare o leggere ad alta voce camminando... di certo sabato 17 novembre 2018 dalle ore 17 sei appassionati lettori in più saranno nella Libreria Zivago, in Via Vallazze 34 a Milano (zona Città Studi a pochi passi da M2 Piola).

L'uomo costruisce case perché è vivo ma scrive libri perché si sa mortale. Vive in gruppo perché è gregario, ma legge perché si sa solo. [da "Come un romanzo" (1982) di Daniel Pennac]
Sabato 17 Novembre 2018 alle ore 17 e alle ore 19 presso la Libreria Zivago / Osteria dell'Utopia

Una pagina dopo l'altra da "Come un romanzo" di Daniel Pennac. Reading e quadri di improvvisazione e danza a Bookcity Milano 2018, per condividere il piacere di leggere attraverso la parola e il linguaggio del corpo.
Idea di Giovanna Tauro con Tiziana Colombo, Laura Amalia Milanesi e corpi creativi.

Durata: circa 30 minuti

Partecipano:

  • Tiziana Colombo
  • Paola Manfredini
  • Laura Amalia Milanesi
  • Agostino Monteleone
  • Martina Rizza
  • Giovanna Tauro
 
 
 
 

Altri progetti-perfomance che mescolano parola e movimento

Alcuni dei corti di teatro e di danza realizzati e messi in scena:

 
 

Collegamenti sul sito:

Categoria "Amici" >
Categoria "Articoli" >
 
Parole mosse
Apertura Virgolette per citazione

Se tutti gli uomini si gettassero in mare, i mari comincerebbero subito a ripulirsi.

Gli abeti rimangono intatti se tu te ne vai. Ma tu no, qualora se ne vadano loro.

[M. Envall]

Chiusura Virgolette per citazione

Citazioni dagli spettacoli di teatro, movimento e danza messi in scena



SPUNTO MIXTEATRO

Curioso il fatto che quando il regista polacco Jerzy Grotowski battezzò "Teatro Laboratorio" il Teatro delle Tredici File di Opole di cui era diventato direttore, avesse in mente l'Istituto Niels Bohr di Copenaghen: un luogo protetto, dove persone di varia provenienza, fisici di vari Paesi, si confrontavano e lavoravano insieme per avanzare in modo rigoroso tra gli inesplorati territori della conoscenza, attraverso la ricerca.

MIXTEATRO 2.0
Muovendosi tra scienza e arte